SELEZIONE DI 6 PARTECIPANTI PER UNO SCAMBIO GIOVANILE IN MACEDONIA SULL’AUTO IMPRENDITORIALITA’

RICERCA DEI PARTECIPANTI

SOS EUROPA è alla ricerca di n.6 partecipanti italiani per il progetto “(self)employment che si svolgerà a Popova Shapka Tetovo, Macedonia dal 08 al 16 Giugno 2018”.

Profilo dei partecipanti

Età compresa tra i 16 e i 26 anniStudenti, non occupati, giovani imprenditori, volontari, ed operatori giovanili; Persone che sono in grado di costruire nuove partnership e cooperazione per futuri progetti nell’ambito di Erasmus + nel settore dell’occupazione e dell’imprenditorialità; Essere interessati a sviluppare competenze e attuare iniziative di follow-up; 

Costi coperti dalla Commissione Europea

L’alloggio  con sistemazione in camere multiple con partecipanti di diverse nazionalità ma di eguale sesso; Le spese di viaggio. Le spese sono rimborsate fino ad un importo massimo di 275 € a persona.  Tale somma verrà rimborsata dall’associazione ospitante previa consegna di tutti i documenti di viaggio; I pasti giornalieri (colazione, pranzo, cena, e 2 coffe break); Le attività formative e le varie sessioni previste nel programma

Organizzatori e numero dei partecipanti

Il progetto è promosso da SOS Europa in collaborazione con Center for Education and Developed. Il progetto è uno “scambio giovanile” finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus e coinvolgerà 39 giovani provenienti da Germania, Italia, Cipro, Albania, Macedonia, Grecia e Spagna.

Dove

Popova Shapka Tetovo  - Macedonia

Quando

8/16 Giugno 2018

Le candidature si possono inviare fino alle ore 12.00 del giorno 18 febbraio 2018

Abstract del progetto

Our imagination is like an infinity. Everyone has an idea about the future profession which he/she dreams about it. The smallest child knows what to be, what to work. Our dreams are different and big, but if we really have an enormous desire to achieve them with our persistence, we will realize the same. The passion about working something is very important factor which says “ I do not give up!” Everyone has a dream. The main dream is to succeed in your professional area. The money is the biggest problem to start the investment and increase a company through a lot of barriers from the competition. But, where is the knowledge for going on this way!? When we have finished our education, we are thinking about our job, about making a business and we realize that this process in the reality is not very easy and short. A lot of young people have a potentional, capacity, talent and different SMART ideas, but they need an additional education, presentation, practice and skills about the process of employment. We believe that every young person has a wish, an idea or plan about the future profession which he/she dreams about it and if he/she has a chance to learn the process for how to be employed or start up an own business, that will be a best help for them to start to be financially independend and then to help the society with new employments. This problem is also present in other countries and that’s why working together and sharing experiences is the best way for finding common solutions and it will be a great benefit for all. We will learn how to make good CV, Motivation letter, have good interview, business plan and more things, parts of the way of creating own job. Also, we want to contribute for recognizing the unique importance of each country and to increase intercultural awareness about progress in the own country by exchanging views and experiences. Aim: With this project, our goal is to start with the idea of changing the mind of young people that they don’t have a prosperity in the country where they live. We will motivate them to be mindful, optimistic and using our information from the activities, the result will be increased skills, knowledge and attitude for (self) employment. Objectives: -Learning from real businesses and following the process full of barriers and gains -Transfering different experiences, practises, attitudes and opinions, between the participants -Networking and helping each other for finding the best way of (self) employment -Increase the awareness that the investments in yourself and taking over risks is the biggest power – Learning from practise how the dreams in the professional area can came true

ISCRIZIONE AD SOS EUROPA

I partecipanti italiani devono essere regolarmente iscritti all’associazione SOS Europa per l’anno 2018. Si può provvedere all’iscrizione fino a prima della partenza versando la quota associativa di importo pari a € 20. Si può procedere all’iscrizione inviando un bonifico all’IBAN IT 68 B 08327 03270 000000001051 causale “Iscrizione 2017” ed inviando una copia dei propri dati personali a info@soseuropa.it

Cosa è il programma Erasmus Plus

Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020. Il programma integrato permette di ottenere una visione d’insieme delle opportunità di sovvenzione disponibili, mira a facilitare l’accesso e promuove sinergie tra i diversi settori rimuovendo le barriere tra le varie tipologie di progetti; vuole inoltre attrarre nuovi attori dal mondo del lavoro e dalla società civile e stimolare nuove forme di cooperazione.

Che cosa è uno Scambio Giovanile

Uno scambio di giovani consiste nell’incontro tra due o più gruppi di ragazzi di Paesi diversi per affrontare insieme un tema comune. All’interno di un periodo minimo di 5 giorni e massimo di 21, i partecipanti hanno la possibilità di scambiare idee, confrontarsi, acquisire conoscenze e coscienza di realtà socio-culturali diverse tra loro.

Chi è SOS Europa

SOS EUROPA è un’associazione di promozione sociale indipendente, apartitica ed aconfessionale, con sede a Roma. Nasce per diffondere i valori culturali europei e per migliorare l'integrazione all'interno e all'esterno dell'Unione, favorire la mobilità dei giovani promuovendo lo scambio culturale e di conoscenze, la cittadinanza europea attiva e partecipata, ed opportunità di networking.

CANDIDATI

La Commissione europea presenta a Bruxelles i risultati di Erasmus+

Si concludono le celebrazioni per il 30º anniversario del programma Erasmus, la Commissione europea presenta i risultati del programma Erasmus+ per il 2016. La relazione Erasmus+ 2016 conferma il ruolo fondamentale che il programma ha avuto nella costruzione di un’Europa più resiliente, unita intorno a valori europei comuni.

Aumentando del 7,5 % la dotazione di bilancio di Erasmus+ rispetto all’anno precedente, l’UE ha investito la cifra record di 2,27 miliardi di EUR per offrire a 725 000 cittadini europei, attraverso una sovvenzione di mobilità, la possibilità di studiare, formarsi, insegnare, lavorare o fare volontariato all’estero. Dalla data di avvio dell’attuale programma nel 2014, sono stati superati i due milioni di beneficiari. Nel 2016 il programma ha inoltre investito in 21 000 progetti a cui hanno partecipato 79 000 organizzazioni attive nei settori dell’istruzione, della formazione e dei giovani, con un aumento del 15 % rispetto al 2015.

Tibor Navracsics, Commissario per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, ha dichiarato: “Erasmus+ è ormai arrivato a metà del suo percorso di sette anni. Sono fiero di vedere come il programma sia stato un catalizzatore per l’unità in Europa e abbia contribuito a rafforzare la resilienza delle persone e della nostra società.La mobilità nell’ambito di questo programma permette di sviluppare le capacità e le competenze e rafforza un’identità europea che integra e arricchisce l’identità nazionale e regionale. Per questo abbiamo incoraggiato i leader dell’UE, riuniti a Göteborg il 17 novembre, a prevedere la creazione di uno Spazio europeo dell’istruzione e a fare della mobilità una realtà per tutti entro il 2025, raddoppiando il numero dei partecipanti del programma Erasmus+ e coinvolgendo le persone che provengono da contesti svantaggiati.”

I risultati dimostrano che Erasmus+ è sulla buona strada per conseguire l’obiettivo di sostenere il 3,7 % dei giovani dell’UE tra il 2014 e il 2020. Dai risultati si evince inoltre che il programma può contribuire a un’Europa aperta in cui la mobilità di chi studia rappresenti la norma, come stabilito dalla Commissione nella comunicazione “Rafforzare l’identità europea grazie all’istruzione e alla cultura”, discussa dai leader dell’UE nel corso del pranzo di lavoro tenutosi a Göteborg (Svezia) il 17 novembre.

Nell’anno accademico 2015/2016, Erasmus+ ha permesso agli istituti di istruzione superiore di far partire e di ospitare 330 000 persone tra studenti e membri del personale, di cui 26 000 da e verso paesi partner. La Francia, la Germania e la Spagna sono stati i tre principali paesi di partenza, mentre la Spagna, la Germania e il Regno Unito sono stati i tre paesi ospitanti preferiti.

La relazione pubblicata oggi mostra anche come nel 2016 il programma abbia contribuito alla gestione di sfide sociali più ampie, ad esempio tramite azioni volte a promuovere l’inclusione sociale e a garantire che i giovani acquisiscano competenze sociali, civiche e interculturali e imparino a pensare in modo critico:

nel 2016, 200 milioni di EUR provenienti dal programma Erasmus+ hanno permesso di finanziare 1 200 progetti di cooperazione incentrati sulla promozione della tolleranza, della non discriminazione e dell’inclusione sociale;
il settore dei giovani, con progetti rivolti a rifugiati, richiedenti asilo e migranti, è stato particolarmente attivo in questo ambito;
è stato varato uno specifico invito a presentare proposte (13 milioni di EUR) per l’elaborazione di politiche e strategie volte a prevenire la radicalizzazione violenta e a promuovere l’inclusione di studenti svantaggiati, anche provenienti da un contesto migratorio. In tale contesto sono stati finanziati 35 progetti a cui hanno partecipato 245 organizzazioni.
30° anniversario di Erasmus+: una campagna di successo

La pubblicazione della relazione coincide con la chiusura della campagna per la celebrazione del 30° anniversario del programma Erasmus e con la presentazione della dichiarazione della generazione Erasmus+ sul futuro di Erasmus+. Durante tutto il 2017, più di 750 000 persone hanno partecipato a oltre 1 900 eventi in 44 paesi per celebrare il programma Erasmus+, discutere del suo impatto e dibattere sul suo futuro. Sul programma sono stati pubblicati 65 000 articoli, che hanno totalizzato più di due milioni di condivisioni sui social media e raggiunto oltre 90 milioni di persone. La nuova app Erasmus+ per dispositivi mobili, lanciata nel giugno 2017, è già stata scaricata più di 22 000 volte.

A Göteborg il Presidente Juncker ha invitato i leader dell’UE a raddoppiare il numero dei giovani dell’UE che partecipano al programma Erasmus+ (dal 3,7 % al 7,5 %) entro il 2025; per questo sarà necessaria una dotazione di 29,4 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027. Durante la riunione i leader dell’UE hanno convenuto di potenziare la mobilità e gli scambi, anche attraverso un programma Erasmus+ notevolmente rafforzato, inclusivo ed esteso a tutte le categorie di discenti.

La Commissione ha inoltre invitato la generazione Erasmus+ a partecipare al dibattito e ha creato il Punto d’incontro online della generazione Erasmus+. Queste discussioni hanno portato a 30 raccomandazioni su come trasformare Erasmus+ in “un programma più ampio” con “una maggiore incidenza sul futuro dell’Europa”. La dichiarazione redatta dalla generazione Erasmus+ sarà presentata ufficialmente e discussa oggi durante la cerimonia di chiusura della campagna per l’anniversario.

(fonte: comunicato stampa Commissione europea)

Per approfondire:

Memo

Relazione annuale Erasmus+ 2016

Scheda informativa su Erasmus+

Schede informative specifiche per paese

Scheda informativa sul 30º anniversario del programma Erasmus

Schede informative sullo spazio europeo dell’istruzione

SOS EUROPA: PRONTI PER LA PROSSIMA EDIZIONE DELLO “YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING”

Si è conclusa oggi la prima edizione dello “Young Leaders International Meeting”, che si è tenuta a Ciampino con il finanziamento del programma “Erasmus +” e con il patrocinio dell’Agenzia Nazionale Giovani, del Consiglio Regionale del Lazio e del Comune di Ciampino.
Tale iniziativa, organizzata dall’associazione SOS Europa, ha visto la partecipazione di 60 giovani arrivati da 12 Paesi europei per parlare e confrontarsi sulle politiche giovanili che le istituzioni nazionali e comunitarie dovrebbero intraprendere per risolvere i problemi delle nuove generazioni.
Al termine del meeting, le proposte raccolte dagli “young leaders” sono confluite nella Carta dei Diritti e dei Doveri dei Giovani, firmata da ciascun partecipante. Ognuno di essi, inoltre, si è impegnato a portare avanti queste istanze presso le istituzioni nazionali e locali.
“Questo progetto non si conclude di certo qui”, ha affermato al termine dei lavori Mattia Di Tommaso, presidente di “SOS Europa”. “La nostra associazione sta già lavorando alla prossima edizione e invitiamo i partner che hanno partecipato a questo evento a candidarsi entro febbraio per ospitare nel proprio Paese il meeting giovanile 2018”.
Il deputato Bruno Molea, presidente di AICS e CSIT, ha incoraggiato SOS Europa a proseguire su questa strada di dialogo con i decisori politici: “Io non sono più giovane, ma se non avremo il coraggio, l’attenzione e il potere di favorire e rafforzare la partecipazione dei giovani in tutte le nostre politiche più importanti, allora tutto ciò che abbiamo conquistato lo avremo perso per sempre”.

Ufficio Stampa: Mirko Gentili

NASCE “IANG”, LA RETE DI 50 ONG INTERNAZIONALI, MATTIA DI TOMMASO ELETTO PORTAVOCE

A margine dello “Young Leaders International Meeting”, iniziativa promossa dall’associazione italiana SOS Europa e finanziata dal programma “Erasmus +”  che ha visto coinvolti 60 giovani da 12 Paesi europei diversi sul tema delle politiche giovanili, è stata lanciata l’associazione “IANG”, una nuova rete associativa che riunisce al suo interno 50 organizzazioni non governative internazionali.

Portavoce di “IANG” è stato proclamato Mattia Di Tommaso, presidente di “SOS Europa” e sarà coadiuvato da un coordinamento organizzativo composto da Luca Bellino (Italia), Pablo Guzmàn Galindo (Spagna), Marlon Vogel (Germania) e Serhat Barka (Turchia”).

Lo scopo di questa nuova “umbrella association” – ha affermato il portavoce Mattia Di Tommaso a margine della sua elezione – è quello di riunire all’interno di un unico network tutte le realtà associative giovanili che negli anni si sono conosciute attraverso il programma “Erasmus Plus”. Ad ora sono almeno cinquanta: la maggior parte opera all’interno dell’Unione Europea e tutte hanno assistito i giovani dei rispettivi Paesi nel loro processo personale di apprendimento e di maturazione di una coscienza civica europea”.

Con IANG – ha aggiunto – vogliamo proseguire questo percorso, favorendo ancora di più la mobilità giovanile internazionale per i ragazzi di ogni parte del mondo”.

LOGO IANG

 

SOS Europa: “Università riconoscano i CFU agli studenti con esperienze di mobilità internazionale Erasmus Plus ”

Lanciata oggi a Ciampino da SOS Europa, ONG nata per diffondere i valori culturali europei, una proposta legislativa dedicata agli studenti italiani che partecipano al programma “Erasmus Plus”.

Obiettivo della proposta è di garantire a ciascuno studente universitario fino a 6 crediti formativi per la loro partecipazione attiva al programma europeo “Erasmus Plus”. Un riconoscimento finora inapplicato e che interessa potenzialmente migliaia di laureandi coinvolti ogni anno in questo programma comunitario.

La mozione, che verrà inviata al Ministero della Pubblica Istruzione, alla Conferenza dei Rettori e alle istituzioni parlamentari italiane ed europee, è stata presentata durante la prima edizione dello “Young Leaders International Meeting” a cui hanno partecipato 60 giovani da tutto il Vecchio Continente, evento finanziato da “Erasmus Plus” per confrontarsi su come migliorare le politiche giovanili nazionali.

“Questa proposta legislativa – sostiene il Presidente di SOS Europa Mattia Di Tommaso – nasce dal rapporto quotidiano con tanti giovani che, una volta partecipato a questo programma europeo, si ritrovano alla conclusione delle attività di apprendimento svolte con un bagaglio di conoscenze più ampio, a cui riteniamo sia giusto dare un adeguato riconoscimento in termini di crediti formativi, cosi anche da stimolare gli altri studenti a parteciparvi”.

CONCLUSA LA PRIMA GIORNATA DI YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING

Si è conclusa ieri all’interno della splendida cornice della Sala Consiliare del Comune di Ciampino la prima giornata dei lavori di Young Leaders International Forum, il progetto ideato e promosso da SOS Europa e co-finanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma Erasmus Plus.

Durante la sessione mattutita le organizzazioni hanno avuto l’opportunità di presentare le proprie attività, condividendo le buone pratiche e discutere su prossimi progetti da implementare.

La sessione del pomeriggio era, invece, dedicata all’incontro con i decisori politici. Insieme al Presidente di SOS Europa Mattia Di Tommaso sono intervenuti Giovanni Terzulli (Sindaco di Ciampino) Mario Ciarla (Vice Presidente del Consiglio Regionale del Lazio), Luca Bellino (Partito Democratico), Rosario Coco (Coordinatore di Out Sport) ed Erica Roic (Project manager SOS Europa).

I lavori poi sono proseguiti con la sessione dedicata al “country mirror” dove le delegazioni hanno illustrato la situazione delle politiche giovanili nei rispettivi paesi analizzando i risultati delle politiche adottate dai governi nazionali rispetto al tema.

La giornata si è poi conclusa con la cena in un clima di cordialità e fratellanza.

ERASMUS PLUS “VENERDì INIZIA YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING”

Da Venerdì 27 fino a Lunedì 31 ottobre nella splendida cornice del Comune di Ciampino si svolgerà il progetto YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING promosso dall’associazione SOS Europa e realizzato grazie ai fondi del programma europeo Erasmus Plus.

Per 4 giorni 60 giovani provienienti da 12 diversi paesi europei si confronteranno e discuteranno sul futuro dell’Unione, con particolare accento alla tematica delle politiche giovanili e del ruolo delle organizzazioni not profit. Sabato 28 alle ore 15.00 presso la Sala Consiliare Pietro Nenni i giovani partecipanti incontreanno il sindaco di Ciampino Giovanni Terzulli e il Vice-Presidente del Consiglio della Regione Lazio Mario Ciarla. L’incontro sarà coordinato da Mattia Di Tommaso, presidente di SOS Europa.

Il programma prevede una sessione dedicata alla condivisione delle buone pratiche attuate dalle organizzazioni nel campo della promozione di progetti di mobilità giovanile, di inclusione sociale e di formazione. Domenica 29 ottobre i partecipanti saranno chiamati a cimentarsi nella redazione di una reale proposta di legge da far approvare nel rispettivo paese.

L’ultima giornata di Lunedì 30 ottobre sarà dedicata alla redazione della Carta dei diritti e doveri dei Giovani Europei dove i partecipanti saranno divisi in gruppi tematici e dovranno discutere ed elaborare delle soluzioni in merito a diverse questioni comunitarie.

Sono orgoglioso del lavoro fatto da tutto lo staff di SOS Europa fino ad oggi. Dalla redazione e presentazione del progetto fino alla pianificazione di ogni dettaglio dell’evento ho potuto contare sul supporto professionale ed entusiasta di numerosi giovani volontari.

“Per la nostra associazione, dopo tanti progetti vinti, questo sicuramente è il più ambizioso sia in termini qualitativi che qualitativi. E sono sicuro che, anche grazie al contributo di 11 associazioni estere, il progetto possa rappresentare una tappa fondamentale in merito alla rivendicazione di un ruolo da protagonista in Europa da parte dei 60 partecipanti”. Afferma Mattia Di Tommaso, presidente di SOS Europa.

CALL FOR PARTECIPANTS. YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING ROME 27/31 OCTOBER 2017 – ERASMUS PLUS KA3

Project Summary

The project YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING aims to support the youth participation in representative democracies and in civil societies. Moreover, it works to support the participation and engagement of young people and youth organisations in the process of elaboration, realisation, and evaluation of policies through a structured dialogue. One of the main objectives consists in creating or modifying national laws to enhance the youth condition.

SOS Europa, with all partners involved, wants to use the structured dialogue as a tool to improve the cooperation among young people. Moreover, it  aims to engage a greater number of young people, in particular those with fewer opportunities, in the European policy making process.

The main objective is “allowing young people to take part of an heterogenous, connected, and inclusive Europe – Ready for the life, Ready for the society. “ This project aims to give people the opportunity to get in touch with those organisations involved in the promotion of active citizenship and in the improvement of youth policies. It involves 48  young people (24 men and 24 women), plus 12 facilitators or experts in the field, for a total amount of 60 participants (28 with fewer opportunities), coming from 12 different countries.

The project includes a transnational meeting, held in Ciampino, Rome from 27 to 31October 2017 and organised by SOS Europa with the support of all partners.

The activities will be carried out using non formal methods, such as Open Space Technology (OST), Focused Conversation, Future Search Conference, and Structured Dialogue.  The planning and subject of the activities are based on SALTO publications,  such as “Working on Work for All” e “InclusionthroughEmployability”. The YouthPass certificate will be delivered to each participant. To disseminate the results of the projects and the programme Erasmus Plus outside the Italian borders, it will be used several means of divulgation.

After the meeting, 12 local events will be organised to share the results of the projects. Each event will see the participation of at least 100 young people, for a total amount of 12000 people. The project has the following objectives:

-the writing of 12 new law proposals concerning young policies and the approval by national government of 5 of them within the end of the project.

– the participation of at least 40% of participants in other international mobility projects, SVE included, in the following 8 months.

– the active participation, as candidate, of 30% of participants in the elections of their own countries.

– to see involved at least 60% of participants in promoting the active citizenship in their own community.

The specific objectives are to:

  • Encourage and promote cross-sectoral cooperation and partnerships between youth organisations and youth work providers in order to develop integrated approaches in relation to citizenship education programmes.
  • Encourage the use of non-formal learning in order to promote the development of social skills and abilities related to human rights and democratic values, such as freedom of expression and respect for diversity, through the daily practice of democratic principles.
  • Develop ICT skills that allow young people to access, manage, evaluate, and create information online.
  • Develop digital tools to enhance political participation of young people, and develop innovative training methodologies designed for teachers, youth workers, trainers and multipliers who work with different target groups in formal education contexts
  • Work with different target groups in both formal and non-formal education contexts in order to reach young people at all levels;
  • Encourage youth participation in political elections and in the processes and formal structures of participatory democracies, such as political parties.
  • Support youth information campaigns and events organized in occasion of democratic elections at local, regional, national and European level.
  • Promote EU programmes in support of youth, such as the Erasmus Plus Programme.
  • Share good practices.

About SOS EUROPA

SOS EUROPA is an indipendentNGO based in Rome. It was created to spread the European cultural values and for improving integration inside and outside the Union, encouraging mobility of young people by promoting cultural exchange and knowledges exchange, participatory and active European citizenship, networking opportunities. The Association is nonprofit and seeks esclusively scopes of social, human, civil and cultural solidarity and of ethic research. The Association organizes courses, training, seminars and is partner of several European projects.It was founded in January 2016 by young people who have been working in associations and deal with EU issues, and it employs a team of passionate young volunteers, experts in Project Planning and European policies.In particular SOS EUROPA pursues primarily the following aims:commitment to the creation of an intercultural and supportive society, that is directed to encounter and exchange with the Other;  education to civil liability and active citizenship; to develop awareness, social consciousness and competence in young generations; promotion of youth and social policies; cultural education and youth policy at European and international level; promotion of youth mobility in cultural, educational and work opportunities; support for young artists, in the fields of visual arts, theater, music, performing arts and creative freedom in general; to promote free flow of ideas and spread of free software in computer world; to promote and to develop paths of non-formal education.

SOS Europa is partner of the third edition of Italian Gaymes, cultural sporting event against sex discrimination, and Euro 2019 Gaymes partners, a sporting event for the LGBT community. SOS Europa is one of the founders of the Italian National Gay Friendly Team (www.nazionalegay.it). SOS Europa periodically organizes courses about europlanning for its volunteers.Headquartered in Rome, SOS Europa wants to be a reference point for people and organizations interested in the dynamics of European integration.

We are a no-profit social Ngo, with experience in the social and educational sector and a big commitment in the mutualistic field, supporting the general interests of the Community; in the human promotion and the social integration of citizens, encouraging paths based on socialization and solidarity.We are experts in planning and dealing with socio-medical and educational services for the individual, the family and entire social groups in order to prevent difficult situations, permit the cure, the rehabilitation and the integration in everyday life of people with problems.The elements that distinguish us are quality, professionality and personalization in the assistance as well as monitoring and innovation in our processes and our activities.

The most important aspect of our activities is the active participation of the People in need respecting their individuality, their dignity, their rights and their life.We promote the cure of the people who work, respecting their dignity and defending their rights.

 Participants’ Profile

Activists or volunteers involved with partner organisations, with prior experience in the field of civil associations and volunteer organizations, with strong interest in the project’s theme, strongly motivated to participate for the whole duration of the project, committed to the dissemination of results in the medium to long term, interested in a new (or reformed) text of  law in their own country and committed to work for its approval.

The participants are required to involve other peers that do not directly participate in the project. They are also required to constantly monitor and  update the progress of their work, sharing the results with other participants.

All participants are required to speak english and the partner organizations shall offer the necessary support.

Learning Outcomes

Through this project participants will enhance their understanding of the decision-making processes in modern democracies and of the different interests at stake.

On a personal level they will develop soft skills and competences, such as  responsibility, self-reliance, initiative, critical thinking, communication and negotiation skills, problem-solving, empathy and respect for the opinions of others.

Travelling to Italy

All participants are expected to arrive in Ciampino Airport or Fiumicino Airports.

The Erasmus+ rules stipulate participants need to travel using the cheapest means of transport, economy class, direct route without long stopovers. Please see travel cost section below for details of travel reimbursement policy.

Although participants can plan their travel individually and arrive earlier/depart later, the organisers can only commit to reimburse and organise board and lodging during the mentioned training days. If you plan to travel outside the official project dates (27/31October 2017) you should contact us providing the reasons and buy ticket only if permission granted, otherwise you would not get reimbursement. Stopovers of more than 12 hours need to be agreed with the Italian NA.

Participants’ travel costs from their home city to CIAMPINO (Rome) will be reimbursed according to Erasmus+ Programme rules and SOS EUROPA regulations (we are subject to Italian legislation in terms of accounting and book-keeping).

Insurance

Health insurance is not provided and will not be reimbursed by the organisers. All participants are strongly advised to purchase private travel insurance. All EU residents should obtain European Health Insurance Cards (EHIC) before the course. Please note that private health care in Italy is extremely costly.

Travel to Hotel

  • From Ciampino Airport (Best Option) From the airport take a bus to the train station of Ciampino. Bus stop at Ciampino airport is located just outside the terminal building. It’s a direct journey and it takes about 5 minutes to reach Ciampino railway station. 400 meters from the train station to the Hotel VILLA GIULIA Via Dalmazia, 9.
  • From Fiumicino Airport Take the Leonardo Express train (from Fiumicino Airport Rome Termini). From Rome Termini take another train to Ciampino City. From the train station 400 meters to the Hotel VILLA GIULIA Via Dalmazia, 9.

 Venue

Hotel VILLA GIULIA

Via Dalmazia, 9, 00043 Ciampino RMhttp://www.hotelvillagiulia.com/

You will be accommodated in double or triple single-sex rooms with participants from different countries with en suite bathroom. Towels/bed linen will be provided. Food: three nice Italian meals will be served plus two coffee breaks per day.  If you have special dietary needs, please let us know.

TRAVEL EXPENSES:

According to the rules of the E+ and the location of your organizations indicated at application stage (PIC data), the calculated amount for your travel expenses per participant is:

Italy 20 €
Bulgaria, Greece, Latvia, Portugal, Poland, Romania, Slovakia, Spain, Turkey, United Kingdom 170 €
Estonia 270 €

 

This is the maximum amount that you will receive per person (up to the amount evidenced by receipts, boarding passes, etc., economy/2nd class travel only, shortest and cheapest route) We will also charge a participation fee of 20 EUR per person. The refund will be paid on the current account of the sending association.

 

 

PARTICIPANTS PER GROUP:

Each organization will involve 5 participants:  two men and two women aged between 18 and 30 and one expert (or policymaker) with no limit age.

 

Participation Fee

A participation fee of € 20 will be deducted from the reimbursement of costs incurred for travel. This is to ensure that everyone contributes to the costs of the project at least symbolically.We kindly ask you to keep all your travel documents (invoices and boarding passes).

 

Preparatory process

Each partner will proceed to the selection of participants, who will work before the Meeting on a legislative proposal aimed at introducing (or amending) a new law concerning youth or young generations in their own country. The text should be structured as a real regulatory text. Each partner will provide support and advice to participants. Once your participation is confirmed, please make the following preparations:

  • NGO Fair: please bring materials about your organisation and their activities;
  • Intercultural Evening: please remember to bring whatever you think is important and worth sharing about your country, community and culture – including food, drinks, Music etc.

Each partner organization must send the 5 completed application forms by one mail to youngleaders@soseuropa.it before 5 th September 2017

If you are interested, contact the partner organization of your’s country

organization country e-mail Contact person
Associazione SOS Europa Italy m.ditommaso@soseuropa.it Mattia Di Tommaso
Association for Cultural, Economic, Heuristic and Linguistic Cooperation Bulgaria pdimitrova@aksels.bg Petya Dimitrova
ANAPTIXIAKO KENTRO THESSALIAS Greece e.ntona@aketh.gr Evangelia Ntona
Foundation for Society Latvia aija@latconsul.lv Aija Lokenbaha
Fundacja Global Wave Poland fundacja@globalwave.pl Pawel Kulasiewicz
Psientífica – Associação para a promoção e desenvolvimento social Portugal sara.pereira@psientifica.org Sara Pereira
Asociatia Tinerilor Cu Initiativa Civica Romania laurpetrea@gmail.com Laurentiu Petrea
Youth for Equality Slovakia iyeslovakia@gmail.com Diana Jasekova
MOVE! Murcia Spain raymendozaparedes@gmail.com Raimundo Mendoza Paredes
Symrnes Ogretmen Akademisi Turkey groupsymrnes@gmail.com Melis Karabulut
Subtiluship C.I.C. United Kingdom hello@abroadship.org Justinas Brikis
EUROKALLISKIVID Estonia EUROKALLISKIVID@GMAIL.COM Christian Cappelletto

INFOPACK YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING 2017

Dal 27 al 31 ottobre a Ciampino il Young Leaders International Meeting promosso da SOS Europa

Il progetto YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING, identificando la partecipazione come uno dei settori d’intervento, ha l’obiettivo di sostenere la partecipazione dei giovani alla democrazia rappresentativa e alla società civile, e di sostenere il coinvolgimento e la partecipazione dei giovani e delle organizzazioni giovanili nell’elaborazione, attuazione e valutazione delle politiche mediante lo strumento del dialogo strutturato.

Uno degli obiettivi specifici è quello di ideare o modificare leggi nazionali che migliorino la condizione giovanile.

I giovani in Europa mostrano generalmente sostegno e fiducia nei confronti del sistema democratico e dei suoi organismi rappresentativi, ma sono critici quanto al modo in cui il sistema è gestito in pratica e ai risultati che consegue. Per noi giovani è spesso sempre più difficile identificarsi con i canali tradizionali della partecipazione politica, come i partiti politici e i sindacati, ma ci dedichiamo a forme alternative di partecipazione che permettono un margine più ampio di scelta individuale come campagne, petizioni, manifestazioni ed eventi volti a perorare una causa specifica e un cambiamento tangibile nella nostra vita.

Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, in particolare i media sociali e il loro uso in mobilità, offrono nuove opportunità di coinvolgimento e informazione sui processi politici, velocizzano la diffusione delle informazioni e accelerano lo sviluppo di forme alternative di partecipazione.

SOS Europa, insieme a tutti i partner coinvolti, intende utilizzare il dialogo strutturato come strumento per una migliore cooperazione in materia di gioventù, teso a coinvolgere sempre più giovani, in particolare quelli con minore opportunità, nello sviluppo delle politiche dell’EU.

La priorità tematica del nostro progetto sarà: «Consentire a tutti i giovani di partecipare a un’Europa eterogenea, connessa e inclusiva — Pronti per la vita, pronti per la società».

Il progetto coinvolge 48 giovani (24 uomini e 24 donne) più 12 decisori politici o esperti nel settore delle politiche per la gioventù, per un totale di 60 partecipanti (di cui 28 con minori opportunità) provenienti da 12 diversi paesi. Il progetto prevede un meeting transnazionale che si svolgerà a Ciampino (Roma) dal 27 al 31 ottobre 2017 e sarà organizzato da SOS Europa in collaborazione con tutti i partner.

Scarica Info Pack con tutte le informazioni

INFOPACK YOUNG LEADERS INTERNATIONAL MEETING 2017

Tra pochi giorni partirà la delegazione di SOS Europa per la Lituania per il progetto Erasmus Plus

Saranno 10 i partecipanti italiani rappresentantivi dell’associazione SOS Europa che parteciperanno dal 9 al 20 Luglio al progetto europeo START! che si svolgerà in Ukmerge Lituania. Si tratta del Festival europeo della creatività giovanile. I partecipanti italiani non sosteranno alcuna spesa, in quanto il costo di viaggio, alloggio e vitto sono a carico della commissione europea con i fondi del programma Erasmus Plus.

La delegazione sarà guidata da Luca Bellino ed è composta da : Giulia Mirra, Katherine Jacome, Agostino Biondo, Andrea Frascaria, Marco Taloni, Roberto D’Angelo, Jonas Petrucci, Valerio Maniscalco e Gabriele Foddai.

Buona esperienza ragazzi!